deutsch  Home  stampante  Mappa del sito 

LA RIFLESSOTERAPIA AL PIEDE 

Cenni storici

fuss1.jpgÈ pratica millenaria la conoscenza empirica di come curare l’organismo umano senza intervenire direttamente sulle parti disturbate. Il Dott. William Fitzgerald sistematizzò e diffuse queste antiche nozioni. Nel 1930 l’esperta massaggiatrice Eunice Ingham iniziò a diffondere tale conoscenza negli USA e in Europa, come un sistema per autocura.
Dal 1959 la Heilpraktiker Hanne Marquardt applicò questo metodo a varie malattie. I risultati furono stupefacenti.
Dal 1989 al 1992 la Heilpraktiker Monika Paul ha studiato presso le sedi di insegnamento di Hanne Marquardt apprendendo la tecnica fino al livello avanzato, consolidato con un tirocinio pratico finale. In seguito ha lavorato con questo metodo nel suo studio privato.

 

Il metodo e le sue applicazioni

Tutte le parti del corpo hanno precise zone di proiezione nel piede. Le zone riflessogene si possono rilevare con prese manuali precise e si possono localizzare le condizioni dell’intero organismo. Comunque si interviene senza l’ausilio di apparecchiature o medicine, per riordinare ed armonizzare i processi energetici turbati. La terapia riflessa ai piedi provoca un dolore che viene differenziato dagli altri dolori al piede perché di solito appare spesso solo durante la presa precisa, localizzata nel punto, e quasi sempre sparisce nel corso della terapia. Per il terapeuta è un indicatore che ci guida nello svolgimento della terapia. I massaggi dovrebbero essere suddivisi in diverse fasi. L’ideale sarebbe 10 massaggi, 2 volte alla settimana. Il primo massaggio serve per verificare la condizione di salute del corpo in relazione ad altri dolori della pianta del piede. Tutti gli altri trattamenti successivi sono per creare uno stato di salute armonico nell’organismo. Durante il trattamento bisogna stare il più possibile in silenzio e se sopravvengono dei problemi devono essere espressi. Può aumentare la sudorazione, l’umidità delle mani e dei piedi. Nel tempo si lavora per migliorare questo naturale processo.

Informazioni

Monika Paul ha appreso la tecnica da Hanne Marquardt esperta in questa tipo di trattamento. Dal 1990 gestisce studi privati in Germania e in Svizzera. Ha maturato una pluriennale esperienza nell’ambito del massaggio ed è in grado di integrare questo tipo di massaggio con altri massaggi rilassanti. Il massaggio riflesso ai piedi è un trattamento che si è sviluppato nell’arco di anni a partire da pratiche popolari fino a diventare una terapia specializzata ed elaborata. I benefici del trattamento sono superiori a quelli di un comune massaggio al piede. Punta alla GUARIGIONE o al miglioramento di INTERE FUNZIONI organiche e dei tessuti del paziente, inoltre stimola la circolazione sistemica e la tonificazione dei tessuti.

CMS von artmedic webdesign